menocinque…come passare alla storia

Exegi monumentum aere perennius
Quinto Orazio Flacco
poeta e organizzatore di pillow fight

La I° edizione del RPF è durata mezz’ora.
La finestra spazio-temporale nella quale sprigionare tutta la vostra gagliardìa è dolorosamente breve.
Quindi, francamente, si tratta di rendere la cosa memorabile.
Obiettivo che si pone su due livelli:

1) Il camuffamento
Una divertente parrucca da Moira Orfei o un cazzutissimo pigiamino coi pirati – vivetevela come vi pare. Il fatto rimane che un’avversario conciato per la battaglia è decisamente intimidente. L’anno scorso qualcuno venne in vestaglia, qualcun’altro in gessato e ventiquattr’ore (contenente cuscino!) e un audace si travestì da vecchietta.

Pensate anche al cuscino – uno stencil di Chuck Norris, un pizzo di raso, una pizza di riso, il vostro “sì” all’espianto degli organi…

2) La documentazione
Gente – qui si tratta di lasciare ai posteri la vostra impresa.
Per le foto, la soluzione migliore sarebbe che ognuno si creasse un account flickr e che poi inserisca i propri scatti nel gruppo del RPF II° edizione.
I filmati – beh, YouTube.
Per qualsiasi dubbio o problema tecnico, contattateci.
Per chi davvero non volesse trafficare co’ ‘sta robbaccia (ma vi promettiamo che ci vogliono cinque minuti!) potete mandare il materiale a romanpillowfight@gmail.com e ci penseremo noi a metterlo online.

Aggiornamenti
Potrebbe esserci un piccolo spazio radiofonico per noi questo sabato.
Cominciamo a dirlo sin d’ora. Ricordatevi di portare una busta di plastica per raccogliere le piume d’oca!
Perchè siam gran signori/e.

Annunci

8 commenti

Archiviato in Uncategorized

8 risposte a “menocinque…come passare alla storia

  1. Anonymous

    A volte mi chiedo se sia vero il detto “la madre dei cretini è sempre incinta”. Poi incontro iniziative pericolose, sciocche, che qui a Roma causarono numerosi problemi, e allora scopro che il detto è veritiero.
    Ricordo ancora come io – misero e innocente passante – abbia subito ironie facile e insulti dopo che un coglione mi aveva rotto gli occhiali.
    E non mi venite a dire che era un caso isolato o che voi non c’entrate nulla.
    In omlto abbiamo subito trattamenti simili; haivoglia a dire che eravamo semplici passanti…

  2. Matan

    E’ la prima volta che sento di un episodio del genere.
    Qual’ora fosse vero – mi dispiace.

    Ma era pieno di carabinieri, perchè non è intervenuto nessuno? Perchè né tu né i “molti” di cui parli li hanno chiamati?

    E ‘sto tono cafone, te ne prego, conceditelo solo quando guardi qualcuno negli occhi.

  3. Anonymous

    “Tono da cafone”? “Qual’ora (si scrive qualora)”?
    Se reagisci così scomposto, non voglio sapere cosa mi faresti se ci trovassimo di fronte.
    Veniamo alla tua malafede: ci son stati almeno tre esposti contro ignoti.
    Io con altre due persone siamo stati accompagnati proprio dai carabinieri per formalizzare il tutto, mentre i tuoi amichetti continuavano indisturbati a roteare cuscini, ridacchiando come matti.
    Potrei pure guardarti negli occhi, ma prima dovresti ripagarmi gli occhiali.
    Divertitevi, ma almeno rispettate gli altri… ma vista la tua reazione, mi sembra cosa difficile.

  4. Matan

    Congratulazioni, hai fatto bene a rivolgerti alla giustizia, sebbene tu ne abbia una concezione distorta.
    Gli occhiali te li dovrei pagare io!?! E chi sarebbero i miei “amichetti”!?!

    E la lezione d’ortigrafia – rileggi il tuo primo messaggio pieno di refusi.

    Zero polemica – semplicemente, non generalizzare.

    THUPM!

  5. Leonardo de Nardis

    NOI CI SAREMO TUTTI, siamo il gruppo di Crazy Marketing Blog. Pillow Fight supporta Pillow Fight. E’ un gioco ed è bello che rimanga tale, anche se a volte succedono imprevisti; imprevisti che potrebbero succedere anche a casa 🙂
    Crediamo nel piacere dei figther di voler giocare e non di fare danni a cose e persone. E’ un grande giro di amici, percui noi ci saremo come spero ci sarete anche VOI.
    http://marketing-crazy.blogspot.com/2007/04/crazy-flash-mob-del-1-maggio.html
    Avanti così ragazzi.
    Buon Blog a tutte.

  6. Ghita

    Comunque è bravo l’anonimo ad essere tale…
    Perché non si è saputo nulla del tuo esposto?
    dovrebbe essere colpa ‘nostra’? (e per nostra intendo tutte le 350 persone che erano presenti l’anno passato).
    E poi è inutile che te la prendi con un individuo dicendogli ‘i tuoi amichetti’, qui quasi nessuno conosce nessuno ed è una cosa che vive molto di vita propria.
    Soprattutto poi mi spieghi dove senti Matan ‘scomposto’.

  7. Anonymous

    Davvero un’iniziativa idiota. Un modo geniale per sporcare la città. Complimentoni a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...